Verso un’architettura yogica

Amo molto il mio lavoro perché mi fornisce innumerevoli occasioni di riflessione.
Un aspetto che mi ha sempre colpito molto è la capacità cui siamo chiamati come architetti ad unire la sfera materiale con quella emotiva e psicologica. Un compito molto delicato e difficile che richiede anche una grande responsabilità: trovare il giusto equilibrio, quell’armonia nella forma che sia capace – attraverso la costruzione di uno spazio fisico, di una atmosfera, di un oggetto – di accogliere e sostenere corpo e anima. Un processo molto lungo, che richiede continuamente attenzione e ascolto sia da parte nostra che dei nostri committenti.

Chiedo spesso a me stessa e allo studio di nutrire la nostra serenità e il nostro benessere personale perché so quanto questo influenza il nostro lavoro e la qualità delle relazioni che riusciamo a tessere nel nostro quotidiano professionale.

Grazie all’incontro con una guida molto preziosa, Ylenia Taddia, insegnante di yoga, quest’anno ho avuto la possibilità di esaudire un mio grandissimo desiderio: portare la pratica Yoga nel lavoro.

L’intenzione che mi ha mosso, il desiderio profondo è stato quello di sostenere il nostro percorso professionale e di ricerca con un percorso di crescita collettivo che coinvolge tutto lo studio. Un percorso yogico per allenare la nostra capacità di sentire e di essere presenti nel lavoro. Un percorso attraverso le emozioni, che coinvolge i nostri corpi e le nostre menti, per affinare la nostra capacità di intuizione e alimentare la nostra creatività. Un sostegno capace di orientare i nostro compito professionale verso la ricerca di una maggiore pace ed armonia, che possa fornirci chiarezza nelle intenzioni e negli obiettivi, che possa supportare nella direzione di una crescente qualità ogni nuovo inizio, ogni nuovo incontro con la vita così come il lavoro ce lo presenta.

Lo yoga è entrato così a tutti gli effetti nella nostra routine settimanale, fornendoci uno spunto inedito per l’ascolto del nostro equilibrio interiore, del nostro respiro e dei nostri pensieri.

Ringrazio profondamente la nostra guida e insegnante Ylenia per aver accolto questa richiesta insolita e per aver formulato per Madori un corso dedicato. Ylenia è una persona pura, trasparente, insegnante meticolosa e puntuale, capace di illuminare con semplicità le meraviglie del quotidiano. Il mio augurio, rivolto a Madori che compie i primi passi in questa nuova disciplina, è quello di portare, attraverso lo yoga, più luce nel sentiero dell’architettura, renderlo più accessibile e condivisibile affinché possa essere a sua volta esso stesso sostegno per il benessere e l’armonia quotidiana di chiunque lo desideri.

Contatti

Madori
P.zza Manfredo Fanti 38
00185 Roma
Tel: 0645550692
Cell: 3384104677
Email: info@madoridesign.com

Seguici

Facebook